Principali apparecchi per la magnetoterapia nel fitness

By -

Se state leggendo questa guida, probabilmente avete bisogno di conoscere i principali apparecchi per la magnetoterapia nel fitness. Forse vi state sottoponendo ad un percorso di riabilitazione, o forse state cercando un buon apparecchio per un vostro caro. In ogni caso, leggete attentamente questo articolo nel quale vi daremo le principali informazioni sugli apparecchi per la magnetoterapia: cosa sono e quali sono, a cosa servono, quali benefici apportano e come usarli.

Cos’è la magnetoterapia

La prima cosa da chiarire è l’ambito di applicazione. La magnetoterapia è una forma di fisioterapia che stimola la rigenerazione di un tessuto danneggiato ma non solo. Lo fa sfruttando l’energia elettromagnetica, e in particolare creando un campo elettromagnetico a frequenza variabile. È proprio questa frequenza che, a seconda del disturbo o della patologia, esercita il beneficio. Si utilizza in maniera utile nel trattamento del dolore e per rigenerare i tessuti, essendo anche un ottimo ausilio per le persone anziane e per i disabili. Andiamo dunque a capire come funzionano questi apparecchi, che possono essere utilizzati in casa con semplici accortezze e conoscenze, diventando anche così un utilissimo strumento di fitness curativo.

Apparecchi per la magnetoterapia: quali sono

Sebbene la magnetoterapia sia stata riconosciuta come una pratica molto benefica, i benefici che si possono avere dagli apparecchi dedicati sono garantiti solo se l’apparecchio stesso è certificato e professionale, oltre che sicuro. In commercio ne esistono diversi tipi. Le caratteristiche principali di un apparecchio, alle quali dovreste fare attenzione, riguardano innanzitutto la facilità di impiego. Devono essere impostati a frequenza diversa per rispondere alle vostre necessità, e dovrebbero essere comodi e facili da trasportare. Verificate sempre la certificazione delle aziende che li producono, ne va della vostra salute.

Apparecchi per la magnetoterapia: a cosa servono

Tessuti da rigenerare, dolori alle articolazioni, crampi, dolori vari, patologie del ginocchio. Questi sono solo i principali campi di applicazione della magnetoterapia i cui benefici si possono avere grazie agli apparecchi appositi. È stato dimostrato che l’uso di questi apparecchi può ridurre la quantità di farmaci che vengono utilizzato in terapia. Basti pensare agli antidolorifici che vengono assunti per lenire il dolore, campo in cui la magnetoterapia raggiunge l’eccellenza. Ogni paziente ha le sue necessità, e la possibilità di regolare la frequenza, dona a questi apparecchi un’ampia versatilità e un’adattabilità personalizzata. Gli apparecchi si sono dimostrati anche molto utili nel trattamento dei dolori osteoarticolari e delle nevralgie. Gli stessi medici ortopedici si sono dichiarati a favore di questo ausilio, e sempre più spesso prescrivono la magnetoterapia.

I benefici degli apparecchi per la magnetoterapia

I benefici apportati da questi prodotti sono molteplici, come abbiamo visto. Gli anziani in particolare ne traggono un grande beneficio in quanto la magnetoterapia è in grado di contrastare i processi degenerativi dei tessuti. Per questo stesso motivo la magnetoterapia si è dimostrata strumento di elezione per le persone diversamente abili, impossibilitate a muoversi e che hanno quindi necessità della stimolazione dei tessuti che altrimenti andrebbero a degenerarsi con il tempo. L’aspetto pratico di questi apparecchi è che possono essere usati comodamente a casa, rappresentando quindi così un ottimo strumento di aiuto aiuto. Vediamo adesso nello specifico come funzionano.

Apparecchi per la magnetoterapia: come funzionano

Come abbiamo detto, gli apparecchi per la magnetoterapia utilizzano la frequenza elettromagnetica che può essere così impostata a seconda delle vostre necessità. Si parla quindi di terapia statica, a bassa o alta frequenza. Se utilizzate la terapia statica, vuol dire che il vostro disturbo è di lieve entità, e vi sarà sufficiente applicare dei magneti sulla zona da trattare. Questo trattamento, così come quello ad alta frequenza che vedremo in seguito, in genere viene praticato in un centro di fisioterapia. Nel caso della terapia ad alta frequenza infatti il disturbo è di entità maggiore, e il trattamento è utile come antinfiammatorio e come antidolorifico. Gli apparecchi che si usano in casa invece generalmente sono impostati per emettere onde di cosiddetta ‘bassa frequenza‘, e servono principalmente per rigenerare i tessuti. Ecco perché si dimostrano utilissimi per gli anziani e i disabili, e possono essere usati autonomamente. Gli strumenti più sofisticati permettono anche di modificare le impostazioni, anche se in questo caso sarebbe sempre bene rivolgersi ad un esperto. Un ciclo naturalmente prevede diverse sedute a seconda delle necessità, e in questo solo il medico specialista saprà prescrivervi la terapia giusta. Ulteriore dimostrazione dell’utilità di questi apparecchi per le persone anziane è il fatto che la magnetoterapia a bassa frequenza stimola l’assorbimento del calcio. Com’è noto infatti, alla base di molte fratture e malattie degenerative tipiche dell’età senile, come l’osteoporosi, c’è proprio un deficit nell’assorbimento di questo minerale.

Avatar
Aristide Banfi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi