Costruzione campi padel: su quali terreni costruire

By -

In Italia lo chiamiamo padel ma il suo nome inglese è paddle, questo nuovo sport nato in Messico negli anni ’70 ha spopolato in tutto il mondo raggiungendo anche l’Italia. Solo di recente la nostra nazione ha visto un boom di interesse proprio verso questa attività che somiglia moltissimo al tennis ma che ha come caratteristica un campo da gioco delimitato da pareti in grado di far rimbalzare la palla. I centri sportivi, i circoli privati e molte altre attività hanno compreso l’importanza di questa tendenza tanto da puntare sulla costruzione di campi padel. Se stai pensando alla realizzazione di un’area da gioco per la costruzione di campi da padel puoi rivolgerti a Servizi Edili Roma che saprà guidarti nella scelta del terreno giusto, della tipologia di copertura e materiali preparando per te un preventivo personalizzato.

Costruzione campi padel: tipi di terreno su cui realizzarli

Se desideri effettuare una costruzione di campi padel devi sicuramente iniziare a pensare alla tipologia di terreno che desideri utilizzare; per costruire un campo padel a norma è importante farsi supportare da professionisti per evitare di incorrere in sanzioni e soprattutto per avere uno spazio di gioco in linea con le regole delle gare.

Per quanto riguarda i terreni si può spaziare su diverse tipologie, ciascuna adatta con qualche stratagemma che ti spiegherà la ditta di costruzioni a cui ti rivolgerai. Il terreno agricolo è una scelta, è una delle tipologie più utilizzate ma è importante verificare che non ci siano vincoli a livello paesaggistico o idrogeologico.

Altrettanto consigliata è la costruzione di un campo da padel in giardino; essendo una proprietà privata avrete sicuramente molto più margine di manovra ma anche in questo caso è importante lasciarsi consigliare dai professionisti per avere tutte le carte in regola.

E in spiaggia? L’ultimo trend è proprio la costruzione di un campo padel in spiaggia; lo sport durante le vacanze estive sta diventando un servizio sempre più comune e dopo il successo dei campi da volley anche il padel diventa una richiesta. Scegliendo i giusti materiali anche la spiaggia può diventare un’ottima scelta per la realizzazione di un campo da padel ma tra i requisiti c’è l’essere in grado di resistere agli agenti atmosferici e soprattutto adattarsi bene al paesaggio, offrendo la possibilità di essere rimosso a fine stagione con facilità.

Da non sottovalutare anche la possibilità di realizzare campi da padel indoor; sono una delle scelte preferite dai centri sportivi in città che sono così sicuri di garantire lo svolgimento delle partite anche in caso di maltempo. In questo caso i lavori sul terreno sono minori poiché c’è già un’ottima base da cui partire ma è importante valutare con cura la realizzazione di pareti e altri dettagli da non sottovalutare.

Padel: lo sport che ha fatto impazzire i VIP e non solo

VIP di tutto il mondo e sportivi hanno contribuito fortemente alla diffusione di questo nuovo sport nato quasi per caso; secondo la storia del padel infatti, sembra tutto sia nato per l’errore di costruzione di un campo da parte di un imprenditore che cercava una soluzione per evitare che le palline da tennis finissero in acqua. Lo sport è diventato così popolare che qualche anno fa si è svolto anche il primo Trofeo mondiale proprio in una città italiana. Venezia ha ospitato il primo trofeo e-motion Padel coinvolgendo sportivi di tutto il mondo. Il padel piace perché è allenante ma non eccessivamente stressante, sono tanti gli sportivi che alla sana alimentazione da sportivi e al regolare allenamento hanno aggiunto qualche partita di padel per avere sempre più risultati ma anche per sfogare la tensione.

Lo sport piace perché estremamente inclusivo: non ci sono limiti di età, non è richiesta un’attrezzatura particolarmente costosa e può essere praticato anche in modo del tutto diradato nel tempo anche solo organizzando partite con amici. Il Padel dal 2008 è diventato uno sport ufficialmente riconosciuto dal Coni e ha anche alcune regole precise: si gioca in quattro in un campo di dimensioni stabilite ma soprattutto con pareti in grado di far rimbalzare la pallina. 

Silvia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.